Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in MEDICINA VETERINARIA

Tipo di corso di studi / Type of ProgrammeLaurea Magistrale a ciclo unico / Five-Years Master's Degree
Anno accademico / Academic year 2012/2013
Classe di laureaclasse 47/S, Medicina Veterinaria
Titolo rilasciatoDottore Magistrale
Curricula
Durata / Length of the programme5 anni / years
Crediti richiesti per l’accesso / ECTS credits required for admission
Crediti / ECTS credits300
Anni di corso attivati / Activated years 5° anno / 5th year
AccessoLibero / Free (without admission test)
Accesso al 1° anno

Introduzione al corso / INTRODUCTORY OVERVIEW

Dall'a.a.2001-2002 è attivato il corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria.
La durata del corso di studi per il conseguimento della laurea magistrale in Medicina
Veterinaria è di cinque anni.

Obiettivi formativi / Educational and learning aims

Il corso mira a formare laureati con competenze nell’assistenza sanitaria agli allevamenti, nella prevenzione e cura delle malattie infettive o parassitarie degli animali, nella salvaguardia della salute pubblica dalle malattie che gli animali possono trasmettere all’uomo, nel controllo degli alimenti di origine animale, nella difesa dell’equilibrio ecologico e del patrimonio faunistico.

Sbocchi professionali / Careers

Tutti i settori del mondo produttivo possono offrire opportunità di lavoro al laureato in Medicina veterinaria. Anche l’ambito della cooperazione internazionale non di rado prevede programmi in cui è richiesta la presenza di esperti in zootecnica.
La libera professione probabilmente rappresenta ancora lo sbocco lavorativo tradizionale del veterinario, che per esercitare deve ottenere l’abilitazione mediante il superamento dell’esame di Stato. Da libero professionista, egli può fornire anche consulenze a vario titolo ad aziende e ad allevamenti.
Il settore pubblico offre buone possibilità di inserimento nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale presso i macelli, i laboratori, i mercati del bestiame, gli allevamenti.
Per quanto riguarda il settore privato, i veterinari hanno buone prospettive all’interno delle industrie mangimistiche e alimentari, in particolare di produzione, macellazione e trasformazioni delle carni, nonché all’interno di aziende farmaceutiche, nella preparazione di farmaci ad uso veterinario e nella sperimentazione dei farmaci in generale sugli animali.