Cerca insegnamenti o docenti



COSTRUZIONI RURALI - Syllabus
Rural buildings - Syllabus

Print / Stampa pagina

MARCELLA GUARINO (responsabile dell'insegnamento)

CdL in SCIENZE DELLE PRODUZIONI ANIMALI (Classe L-38) immatricolati dall'a.a 2014-2015 - Laurea - 2015/2016

Insegnamento obbligatorio / Compulsory course
Anno di corso / Year of course2
Periodo di svolgimentoprimo / first trimestre
Settori scientifico disciplinari / Scientific fields
  • AGR/10 - Costruzioni rurali e territorio agroforestale
Crediti (CFU) obbligatori / ECTS credits (CFU) compulsory8
Crediti (CFU) facoltativi / ECTS credits - facultative-

Programma di studio / Syllabus

Programma: - La conoscenza del territorio, gli aspetti caratterizzanti, la cartografia esistente, le carte tematiche, le mappe catastali. L’urbanistica, le prime disposizioni generali, l’evoluzione del diritto di proprietà, le principali leggi di interesse urbanistico, l’ordinamento statale e regionale dei servizi urbanistici.
- Gli strumenti urbanistici, la pianificazione territoriale, il piano regolatore generale.
Gli standard urbanistici ed edilizi, la concessione edilizia, la DIA e la SCIA.
- Le esigenze degli animali in termini di qualità dell’ambiente indoor (temperatura, umidità relativa, velocità dell’aria)
- Le modificazioni ambientali indotte dalla presenza degli animali ed i mezzi per il mantenimento delle condizioni di benessere (coibentazione, ventilazione, trattamento dell’aria).
- Il calcolo del coefficiente di trasmissione del calore, la realizzazione della coibentazione. I materiali, i ponti termici, la barriera vapore, l’effetto dell’inerzia termica
- La determinazione dei volumi di ventilazione estiva ed invernale, la verifica del bilancio termico di un edificio.
- Il raffrescamento ed il riscaldamento di un edificio; le soluzioni possibili, i costi.
- Ricoveri e benessere animale: la normativa
- L’illuminazione degli edifici, i suoi effetti sugli animali
- I ricoveri per bovini; le stalle a stabulazione fissa e libere per vacche da latte. Le esigenze ambientali, gli schemi distributivi e costruttivi, la prefabbricazione, i tempi di lavoro.
- Le sale di mungitura, le diverse soluzioni, le meccanizzazioni, la sale latte ed i servizi. I locali e le zone per il periparto.
- Schemi progettuali e strutturali delle stalle per il giovane bestiame in allevamento, per i vitelli ed i bovini da carne.
- I ricoveri per suini. Le diverse impostazioni organizzative : il ciclo chiuso, il ciclo aperto, “l’isowean”.
- I ricoveri per il settore parto, per lo svezzamento, per la gestazione (attesa calore, prima e seconda fase). L’evoluzione delle tipologie negli ultimi anni in funzione dello sviluppo delle tecnologie d’allevamento.
- Le porcilaie per la fase di accrescimento ed ingrasso, il pavimento fessurato, le relative fosse, le soluzioni di svuotamento e le implicazioni per il benessere animale e la qualità dell’aria indoor.
- Schemi progettuali e strutturali
- I ricoveri per equini. Le diverse tipologie di scuderie, le esigenze dei diversi settori dell’allevamento.
- La distribuzione territoriale degli allevamenti e le connesse problematiche ambientali. I principali motivi di impatto ambientale prodotto dall’attività zootecnica.
I principali parametri analitici che interessano i residui zootecnici. I parametri di riferimento per la valutazione del carico organico e azotato. La legislazione ambientale esistente: vincoli e problematiche operative.
- Vasche di stoccaggio e lagune
- L’influenza delle tipologie strutturali e del management sull’impatto (reflui, emissioni in atmosfera).
- La composizione dei reflui bovini, suinicoli ed avicoli in funzione del management e delle tipologie stabulative e strutturali.
- La separazione della frazione solida e le sue implicazioni sul carico di azoto. Tecniche di stoccaggio aerobico e anaerobico.
- Rimozione dell’umidità e stabilizzazione: disidratazione e compostaggio.
- La digestione anaerobica.
- Trattamenti biologici aerobici per la rimozione dell’azoto. I principi del processo, le tipologie di impianto, la gestione.
- Il problema degli odori, la normativa di riferimento e la relativa gestione.
- L’impatto ambientale indotto dall’attività zootecnica su acqua, suolo e aria.
- I fabbricati per la conservazione dei foraggi verdi (sili orizzontali, verticali), e di quelli essiccati (fienili, fienagione in due tempi).

Bibliografia e altri materiali di studio: Il materiale didattico sarà reso disponibile agli studenti come lucidi delle lezioni ed eventuali documenti integrativi.
Per un ulteriore approfondimento delle tematiche affrontate, si consigliano i seguenti testi:
R. Chiumenti – Costruzioni Rurali – Edizioni Edagricole
Ching Francis D.K. – Costruire per illustrazioni – Edizioni Calderini
Centro Ricerche Produzioni Animali (CRPA). Liquami zootecnici – Manuale per l’utilizzazione agronomica. Edizioni l’Informatore Agrario – 2001.
Articoli vari nelle riviste: Genio Rurale, Suinicoltura, Informatore zootecnico, Avicoltura,
Informatore Agrario.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici / Prerequisites, exams and assessment

Esame / Examunico
Modalità di accertamento conoscenze / Type of assessmentEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Organizzazione didattica / Structure of the course

Settori e relativi crediti / Scientific fields

  • AGR/10 - Costruzioni rurali e territorio agroforestale - cfu: / ects: 8
Attività didattiche previste / Learning activities

Esercitazioni: 48 ore / hours

Lezioni: 40 ore / hours

Ricevimento docenti / Teacher's office hours

Orario di ricevimento Docenti / Teacher's office hours
Docente / TeacherOrario di ricevimento / Office's hoursLuogo di ricevimento / Office location
MARCELLA GUARINO (responsabile dell'insegnamento)Martedi alle 10ufficio del docente

Altre informazioni / Further information

Il corso si prefigge di fornire agli studenti le nozioni di base di pianificazione territoriale e di tecnica urbanistica, finalizzate ad affrontare i temi di programmazione territoriale e di compatibilità ambientale dell’attività zootecnica. Vuole inoltre preparare lo studente a verificare ed a sviluppare i progetti delle strutture per le diverse specie di interesse zootecnico nel rispetto delle esigenze della produzione, del benessere animale e dell’ambiente.