Cerca insegnamenti o docenti



Manifesto degli studi / Programme official description

Il Manifesto del corso è il documento di presentazione complessiva del Corso in tutti i suoi aspetti organizzativi. Il Manifesto riporta anche il prospetto della didattica del Corso, che viene aggiornato ogni anno.

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO
MANIFESTO DEGLI STUDI A.A.  2016/17
LAUREA IN
SCIENZE DELLE PRODUZIONI ANIMALI (Classe L-38)
immatricolati dall'a.a 2014-2015
 
GENERALITA'
Classe di laurea di appartenenza:L-38  SCIENZE ZOOTECNICHE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI
Titolo rilasciato:Dottore
Durata del corso di studi:3 anni
Cfu da acquisire totali:180
Annualità attivate:1° , 2° , 3°
Modalità accesso:Libero con test di autovalutazione obbligatorio prima dell'immatricolazione
Codice corso di studi:H16
 
RIFERIMENTI
Presidente Collegio Didattico Interdipartimentale
prof. Carlo Corino
Docenti tutor
prof. Valerio Bronzo, Prof.ssa Anna Gaviglio, dott. Guido Grilli, dott.ssa Pieranna Martino, Prof.ssa Raffaella Rossi, dott. Francesco Tangorra, dott.ssa Lisa Vallone, dott.ssa Ileana Zingarelli
Sito web del corso di laurea
www.veterinaria.unimi.it
Admissions and applications
    http://www.unimi.it/ENG/courses/29528.htm  
IMMATRICOLAZIONI
    http://www.unimi.it/studenti/matricole/77596.htm  
Per iscriversi a queto corso di laurea
    http://www.unimi.it/studenti/immconcl/1135.htm  
Segreteria Didattica - Dott.ssa Ileana Zingarelli
Via Celoria, 10 - 20133 Milano   Tel. 02 50318024   Lunedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 Martedì -Giovedì dalle ore 13,45 alle 15,45   http://www.veterinaria.unimi.it   Email: ileana.zingarelli@unimi.it
 
CARATTERISTICHE DEL CORSO DI STUDI
Premessa
Il presente Manifesto degli Studi si riferisce al corso di laurea in Scienze delle Produzioni Animali, appartenente alla classedelle lauree in Scienze Zootecniche e Tecnologie delle Produzioni Animali – Classe L-38. Il Corso di Laurea si svolgenella Facoltà di Medicina Veterinaria di Milano.
Gli aspetti innovativi della proposta di un nuovo ordinamento, che ne giustificano la trasformazione, riguardano la razionalizzazione dell’iter formativo in riferimento alla formazione d’un professionista di elevato livello con il conseguimento, dopo la laurea triennale, della laurea magistrale in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali. Tale obiettivo, richiede conoscenze di base e preparazione specifica di elevato livello che il laureato acquisirà relativamente non solo alle strutture e alle tecnologie d'allevamento, ma anche alle esigenze igienico ambientali degli animali, al loro benessere e alla trasformazione e commercializzazione.
Articolazione anni accademici
Il corso è strutturato in sei semestri durante i quali sono previste diverse tipologie di attività didattica: lezioni frontali, esercitazioni, attività pratiche, laboratori, attività seminariali, tirocinio. Si articola in corsi di insegnamento monodisciplinari e in corsi integrati e prevede l'obbligatorietà del tirocinio, a completamento della formazione culturale e professionale dello studente.
Obiettivi formativi generali e specifici
Il corso di laurea ha come principale obiettivo quello di creare un laureato in grado di proseguire con piena efficacia verso studi specialistici (LM-86 in particolare) per la formazione di un laureato magistrale di elevato livello professionale in grado di affrontare la molteplicità delle problematiche delle produzioni animali nelle diverse realtà territoriali (tra cui in estrema sintesi la sostenibilità economica, ambientale, etica) per garantire un futuro ad alimenti di origine animale che sono cuore del Made in Italy (grana padano, parmigiano reggiano, prosciutto di Parma e le altre numerosissime DOP e IGP del settore), in grado di promuovere la certificazione, la tutela delle produzioni alimentari di origine animale e la loro esportazione verso Paesi terzi. In alternativa il laureato potrà inserirsi da subito come dipendente negli ambiti definiti dal DM sulle classi di laurea avendo acquisito conoscenze di base approfondite e la capacità di applicarle e di trasferirle criticamente.
Abilità e competenze acquisite
Il corso di laurea si propone di far conseguire al laureato le conoscenze e le capacità di seguito riportate secondo il sistema dei descrittori adottato in sede europea (Descrittori di Dublino):
conoscenze e capacità di comprensione (knowledge and understanding).
Gli studenti acquisiranno competenze teoriche ed operative riferite a conoscenze di base di biologia, chimica, fisica, genetica e matematica, di biochimica, anatomia e fisiologia delle diverse specie animali. Sono pure fornite conoscenze essenziali di economia agraria, microbiologia, alimentazione, tossicologia applicata alle produzioni animali, tecniche di allevamento, igiene delle produzioni animali. Adeguata preparazione relativamente a tecniche e gestione dei sistemi di produzione e trasformazione dei prodotti di origine animale, nonché nozioni di salubrità, qualità, tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti e relative competenze di laboratorio completano il bagaglio culturale del laureato. Gli studenti potranno inoltre sviluppare le conoscenze acquisite con la frequenza di seminari e work shop condotti da esperti di diversi settori, con le previste attività di tirocinio e con la preparazione della tesi di laurea. I risultati raggiunti saranno verificati attraverso prove individuali d’esame e sulla base di prove pratiche svolte in campo e nei laboratori a diversa caratterizzazione.
capacità applicative (applying knowledge and understanding).
Gli studenti acquisiranno competenze nel controllo di metodologie e procedimenti utili nei diversi settori dell’allevamento e dei sistemi di produzione e trasformazione dei prodotti di origine animale, conoscenze sulle possibilità di trasferimento di contaminanti dall’ambiente alle produzioni animali, conoscenze economico – gestionali delle imprese zootecniche e di trasformazione agro-alimentare, del mercato e dell’attività di marketing; conoscenze specifiche di legislazione comunitaria e nazionale, nonché nozioni circa i principi e gli ambiti dell'attività professionale e relativa normativa e deontologia. La capacità di applicare le conoscenze acquisite sarà stimolata e verificata durante l’intero percorso formativo sia mediante approcci teorici e pratici, durante lezioni, le esercitazioni in campo e le attività di laboratorio, alle problematiche di settore sia attraverso il lavoro pratico-sperimentale sviluppato su specifici argomenti di ricerca nel corso della preparazione della tesi di laurea.
Profilo professionale e sbocchi occupazionali
Lo sbocco d’elezione del laureato in SPA è la laurea magistrale in Scienze e tecnologie delle produzioni animale per la formazione di un professionista di elevato livello in grado di affrontare la complessità delle problematiche tecniche ed economiche associate alle produzioni animali nella grande differenziazione di competenze che attualmente le contraddistinguono, come peraltro evidenziato in parte dai curricula del corso di laurea magistrale.
Il laureato triennale potrà comunque perseguire con successo i seguenti sbocchi occupazionali:
- tecnici per la produzione di alimenti zootecnici, integratori e additivi
- tecnici per la produzione di alimenti di origine animale
- tecniciper la produzione di alimenti funzionali e biologici
- tecnici per il controllo nelle filiere degli alimenti di origine animale
Conoscenze per l'accesso
Test di autovalutazione obbligatorio non selettivo

Possono essere ammessi al corso di laurea in Scienze delle Produzioni animali candidati in possesso del diploma di scuola media superiore o di titolo estero equipollente ai sensi del D.M. 22 ottobre 2004 n.270.
E’ previsto un test di autovalutazione obbligatorio non selettivo finalizzato a rendere lo studente consapevole della scelta e delle sue attitudini al corso. Al fine di prendere conoscenza della data e del luogo di tale test è necessario che lo studente consulti con regolarità il sito di Ateneo (www.unimi.it) e della Facoltà di Medicina veterinaria (www.veterinaria.unimi.it). In caso di trasferimento da altro Ateneo o da altro corso di laurea, l’ammissione ad anni successivi al primo sarà subordinata alla valutazione della carriera pregressa da parte della Struttura didattica di riferimento.
Lauree Magistrali a cui si può accedere
Corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali
Corso di Laurea magistrale in Scienze e Biotecnologiche Veterinarie
Corsi di lauree affini
Corso di laurea triennale in Allevamento e Benessere Animale
Struttura del corso
La durata normale del corso di laurea in Scienze della Produzione Animale è di tre anni.
Il corso è strutturato in sei semestri, durante i quali sono previste diverse tipologie di attività didattica per complessivi 180 crediti formativi, organizzati in lezioni frontali, esercitazioni, attività pratiche, laboratori, attività seminariali, tirocinio ed allestimento della tesi finale.
L'apprendimento delle competenze e delle professionalità da parte degli studenti è computato in crediti formativi,
Un credito formativo (CFU) corrisponde ad un carico standard di 25 ore di attività per lo studente ed è così articolato:
8 ore di lezione teorica e 17 ore di rielaborazione personale;
16 ore di laboratorio o di esercitazione e 9 ore di rielaborazione personale;
25 ore di pratica individuale in laboratorio;
25 ore di studio individuale;
25 ore di tirocinio.
Ogni studente dovrà acquisire 40 CFU in attività formative di base, 99 CFU in attività formative caratterizzanti, 18 CFU in attività formative affini o integrative, 12 CFU in attività formative liberamente scelte, 4 CFU in attività relative alla prova finale, 2 CFU relativi alla conoscenza della lingua straniera e 5 CFU per il tirocinio.
Il corso di laurea in Scienze della Produzione Animale si articola in corsi di insegnamento monodisciplinari ed in corsi integrati secondo i gruppi di attività formative. I docenti titolari degli insegnamenti o dei moduli coordinati partecipano alla valutazione collegiale complessiva del profitto dello studente con le modalità previste dal Regolamento didattico di Ateneo.
I tre anni si articolano in insegnamenti comuni a tutti gli studenti iscritti al corso di laurea, organizzati in corsi monodisciplinari ed integrati, con l’obiettivo di fornire solida ed approfondita conoscenza delle problematiche delle produzioni animali.
Nel corso del III anno è prevista l’attivazione di insegnamenti a libera scelta dello studente. Tali corsi hanno come obiettivo quello di offrire agli studenti la possibilità di un approfondimento della loro preparazione in specifici settori delle produzioni animali, fermo restando la piena libertà degli studenti di scegliere i 12 CFU previsti tra tutti gli insegnamenti attivati proposti dalla Facoltà e/o dall’Ateneo, purché coerenti con il progetto formativo.
E’ prevista la possibilità che alcuni corsi siano tenuti in lingua inglese per favorire il processo di internazionalizzazione, per fornire agli studenti esempi di comunicazione scientifica internazionale, per incentivare la frequenza di laboratori stranieri e per favorire gli scambi attraverso i progetti internazionali.
La preparazione della prova finale ha come obiettivo quello di favorire il completamento della formazione culturale e professionale dello studente attraverso la partecipazione diretta ad attività di natura pratico-applicative svolte nell'ambito delle scienze delle produzioni animali. Il numero massimo di crediti riconoscibili ai sensi ai sensi dell’art. 4 DM 16.3.2007 e Nota 1063 del 29-4-2011 relative a conoscenze e abilità professionali certificate, nonché di altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l’università abbia concorso, viene fissato a 12 CFU previa valutazione da parte di una commissione nominata dal Consiglio di Coordinamento Didattico.

La struttura e l’articolazione di ciascun insegnamento e delle altre attività formative sono specificati annualmente nel Manifesto degli studi e nella guida ai corsi di studio predisposta dalla Struttura didattica di riferimento.
L’acquisizione da parte dello studente dei crediti stabiliti per ciascuna attività formativa è subordinata al superamento delle relative prove d’esame, che possono essere scritte e/o orali, e danno luogo a votazioni in trentesimi, ai sensi della normativa d’Ateneo. Ogni insegnamento dà luogo ad un unico esame di profitto. Per i corsi integrati, articolati in moduli al cui svolgimento concorrono più docenti il Struttura didattica di riferimento individua un docente che presiede al coordinamento delle modalità di verifica del profitto e alle relative registrazioni.

Al fine di incentivare il processo di internazionalizzazione si prevede che alcuni insegnamenti possano essere impartiti in lingua inglese, per offrire allo studente la possibilità di acquisire confidenza con la lingua inglese parlata e con la terminologia scientifica di uso internazionale. Sono previste anche altre attività come incontri seminariali con docenti stranieri, stage presso laboratori di università straniere, oltre a quelle già in essere nell’ambito dei Programmi Erasmus e Socrates.

Il trasferimento degli studenti provenienti da altri corsi di studio e la relativa carriera pregressa saranno valutati da un’apposita commissione nominata dalla Struttura didattica di riferimento.

Il numero di crediti individualmente riconoscibili, ai sensi dell’art. 5, comma 7, del DM 270/2004, per conoscenze e abilità professionali certificate, nonché per altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l’Università abbia concorso, è quantificato in un massimo di 12 CFU. Tale riconoscimento è subordinato alla valutazione di coerenza con il progetto formativo da parte della Struttura didattica di riferimento. La numerosità e la composizione della Commissione di laurea viene definita in base al regolamento didattico di Ateneo.

Non sono previste propedeuticità.
Obiezione di coscienza
Gli studenti della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Milano che desiderano dichiarare la propria obiezione di coscienza alla sperimentazione animale, in base alla legge 12 ottobre 1993 n. 413 "Norme sull'obiezionedi coscienza alla sperimentazione animale", lo possono fare in qualsiasi momento del loro percorso formativo. Ciò premesso, si informa che la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Milano non prevede il ricorso alla sperimentazione animale nell'ambito degli insegnamenti dei diversi corsi di laurea. Per questo motivo, per quanto riguarda la didattica nei diversi corsi di laurea, non sussistono i presupposti per l'applicazione della Legge n. 413 del 12ottobre 1993. Diverso è il caso di alcune scuole di specializzazione, e inoltre delle tesi (di laurea, di laurea magistralee di dottorato) che potrebbero essere sviluppate nell'ambito di una ricerca che preveda sperimentazioni con impegno di animali. A questo proposito si sottolinea che lo studente ha sempre la possibilità di sviluppare una tesi che non preveda attività di sperimentazione animale. Si informa inoltre che la maggior parte degli argomenti di tesi proposti non comporta atti connessi con la sperimentazione animale.
Obbligo di frequenza
La frequenza è consigliata.
Caratteristiche della prova finale
La laurea in Scienze delle Produzioni Animalisi consegue con il superamento di una prova finale, che consiste nella discussione di un elaborato redatto dallo studente, in lingua italiana o inglese. Tale elaborato riveste un ruolo formativoche completa il percorso di studio triennale individuale.
L’elaborato deve essere chiaro, essenziale e semplice, e può anche essere relativo all’attività di tirocinio svolta. L’impegnoda dedicare all’allestimento dell’elaborato deve essere commisurato al numero di CFU ad esso assegnato dall’Ordinamento.
Criteri di ammissione alla prova finale
Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve aver acquisito 176 crediti, comprensivi dei crediti previsti per la
verifica della conoscenza della lingua inglese. Le Commissioni preposte alla valutazione della prova finale esprimeranno un giudizio che tenga conto dell’intero percorso di studio dello studente ed in particolare della coerenza tra obiettivi formativi e professionali, la sua maturità culturale, la sua capacità espositiva e di elaborazione intellettuale
 
 
ESPERIENZA DI STUDIO ALL'ESTERO NELL'AMBITO DEL PERCORSO FORMATIVO
L'Università degli Studi di Milano sostiene la mobilità internazionale dei propri iscritti, offrendo loro la possibilità di trascorrere periodi di studio e di tirocinio all'estero, occasione unica per arricchire il proprio curriculum formativo in un contesto internazionale.

A tal fine l'Ateneo aderisce al programma europeo Erasmus+ nell'ambito del quale ha stabilito accordi con oltre 300 Università in oltre 30 Paesi. Nell'ambito di tale programma, gli studenti possono frequentare una delle suddette Università al fine di svolgervi attività formative sostitutive di una parte del proprio piano di studi, comprese attività di tirocinio/stage presso imprese, centri di formazione e di ricerca o altre organizzazioni, o ancora per prepararvi la propria tesi di laurea.

L'Ateneo intrattiene inoltre rapporti di collaborazione con diverse altre prestigiose Istituzioni estere offrendo analoghe opportunità anche nell'ambito di corsi di studio di livello avanzato.
Cosa offre il corso di studi
Il programma di mobilità dell'Unione Europea Erasmus Plus, all'interno del Corso di Studi, finanzia Borse di Studio all'estero per studenti e tirocinanti, nell'ambito di accordi bilaterali formalizzati con Università partner. La mobilità degli studenti all'estero ai fini di studio, in tematiche inerenti ai corsi, consente la frequenza di lezioni, il sostenimento di esami, lo svolgimento di attività di ricerca e la preparazione della tesi, fino ad un massimo di 12 mesi per ogni ciclo di studio. Le Università straniere di destinazione sono l'Universidade de Lisboa, Instituto Superior de Agronomia (ISA) e in Universitè de Liège. L'Erasmus + Placement permette invece di svolgere un tirocinio formativo all'estero presso centri di ricerca, istituzioni e laboratori. E’ inoltre attivo uno scambio di mobilità con le università balcaniche, attraverso il programma Erasmus Mundus Sigma Agile. L’internazionalizzazione è inoltre favorita dalla partecipazione al programma Scienze senza Frontiere, che consente invece a studenti brasiliani di frequentare i nostri corsi di Laurea.
Modalità di partecipazione ai programmi di mobilità - mobilità Erasmus
Per poter accedere ai programmi di mobilità per studio, della durata di 3-12 mesi, gli studenti dell'Università degli Studi di Milano regolarmente iscritti devono partecipare a una procedura di selezione pubblica che prende avvio in genere intorno al mese di febbraio di ogni anno tramite l'indizione di appositi bandi, nei quali sono riportati le destinazioni, con la rispettiva durata della mobilità, i requisiti richiesti e i termini per la presentazione on-line della domanda.

La selezione, finalizzata a valutare la proposta di programma di studio all'estero del candidato, la conoscenza della lingua straniera, in particolare ove considerato requisito preferenziale, e le motivazioni alla base della candidatura, avviene ad opera di commissioni appositamente costituite.

Ogni anno, prima della scadenza dei bandi, l'Ateneo organizza degli incontri informativi per corso di studio o gruppi di corsi di studio, al fine di illustrare agli studenti le opportunità e le regole di partecipazione.

Per finanziare i soggiorni all'estero nell'ambito del programma Erasmus+, l'Unione Europea assegna ai vincitori una borsa di studio che - pur non coprendo l'intero costo del soggiorno - è un utile contributo per costi supplementari come spese di viaggio o maggiore costo della vita nel Paese di destinazione.
L'importo mensile della borsa di studio comunitaria è stabilito annualmente a livello nazionale; contributi aggiuntivi possono essere erogati a studenti disabili.

Per permettere anche a studenti in condizioni svantaggiate di partecipare al programma Erasmus+, l'Università degli Studi di Milano assegna ulteriori contributi integrativi, di importo e secondo criteri stabiliti di anno in anno.

L'Università degli Studi di Milano favorisce la preparazione linguistica degli studenti selezionati per i programmi di mobilità, organizzando ogni anno corsi intensivi nelle seguenti lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

L'Università per agevolare l'organizzazione del soggiorno all'estero e orientare gli studenti nella scelta delle destinazioni offre un servizio di assistenza.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina http://www.unimi.it/studenti/erasmus/70801.htm
www.unimi.it > Studenti > Studiare all'estero > Erasmus+

Per assistenza rivolgersi a:
Ufficio Accordi e relazioni internazionali
via Festa del Perdono 7 (piano terra)
Tel. 02 503 13501-12589-13495-13502
Fax 02 503 13503
Indirizzo di posta elettronica: mobility.out@unimi.it
Orario sportello: Lunedì-venerdì 9 - 12
 
MODALITA' DI ACCESSO: 1° ANNO LIBERO CON TEST DI AUTOVALUTAZIONE OBBLIGATORIO PRIMA DELL'IMMATRICOLAZIONE
N° posti riservati a studenti extracomunitari non soggiornanti in Italia
3
 
1°  ANNO DI CORSO Attività formative obbligatorie
ErogazioneAttività formativa Modulo/Unità didattica CfuSettore
1 semestreANATOMIA DEGLI ANIMALI DOMESTICI8VET/01
1 semestreBIOLOGIA6BIO/01
1 semestreCHIMICA6CHIM/03, CHIM/06
1 semestreECONOMIA E POLITICA AGROALIMENTARE6AGR/01
1 semestreMATEMATICA E FISICA (tot. cfu:10)Modulo: Principi di fisica5FIS/01, FIS/02, FIS/03, FIS/04, FIS/05, FIS/06, FIS/07, FIS/08, MAT/01, MAT/02, MAT/03, MAT/04, MAT/05, MAT/06, MAT/07, MAT/08, MAT/09
  Modulo: Matematica e statistica5FIS/01, FIS/02, FIS/03, FIS/04, FIS/05, FIS/06, FIS/07, FIS/08, MAT/01, MAT/02, MAT/03, MAT/04, MAT/05, MAT/06, MAT/07, MAT/08, MAT/09
2 semestreAGRONOMIA6AGR/02
2 semestreBIOCHIMICA8BIO/10
2 semestreFISIOLOGIA VETERINARIA8VET/02
2 semestreInglese2L-LIN/12
 Totale CFU obbligatori 60  
 
2°  ANNO DI CORSO Attività formative obbligatorie
ErogazioneAttività formativa Modulo/Unità didattica CfuSettore
1 semestreCOSTRUZIONI RURALI8AGR/10
1 semestreGENETICA E SELEZIONE ZOOTECNICA (tot. cfu:10)Unita' didattica: Genetica di base4AGR/17
  Unita' didattica: Zootecnica generale e principi di selezione3AGR/17
  Unita' didattica: Gestione genetica e miglioramento delle popolazioni3AGR/17
1 semestreMICROBIOLOGIA GENERALE APPLICATA ALLE PRODUZIONI ANIMALI6VET/05
2 semestreNUTRIZIONE, ALIMENTAZIONE ANIMALE E TECNICA MANGIMISTICA (tot. cfu:14)Unita' didattica: Nutrizione animale5AGR/18
  Unita' didattica: Valutazione nutrizionale degli alimenti3AGR/18
  Unita' didattica: formulazione e produzione industriale di mangimi3AGR/18
  Unita' didattica: Alimentazione e impatto ambientale3AGR/18
2 semestreTOSSICOLOGIA E PRODUZIONI ANIMALI6VET/07
2 semestreZOOTECNICA E BENESSERE ANIMALE (tot. cfu:12)Unita' didattica: Etologia e benessere animale6AGR/19
  Unita' didattica: Zoognostica3AGR/19
  Unita' didattica: Zootecnica3AGR/19
 Totale CFU obbligatori 56  
 
3°  ANNO DI CORSO Attività formative obbligatorie
ErogazioneAttività formativa Modulo/Unità didattica CfuSettore
1 semestrePARASSITOLOGIA E IGIENE VETERINARIA (tot. cfu:11)Parassitologia zootecnica6VET/06
  Igiene veterinaria5VET/05
1 semestrePATOLOGIA E RIPRODUZIONE (tot. cfu:12)Patologia generale e comparata6VET/03
  Gestione della riproduzione negli animali da reddito6VET/10
2 semestreECONOMIA DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE E MARKETING (tot. cfu:6)Unità didattica: Economia delle produzioni zootecniche3AGR/01
  Unità didattica: Marketing3AGR/01
2 semestreLEGISLAZIONE ZOOTECNICA6VET/08
2 semestreTECNOLOGIA E IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE8VET/04
 Totale CFU obbligatori 43  
Attività a scelta
Nel corso del III anno è prevista l'attivazione di insegnamenti a libera scelta dello studente. Tali corsi hanno come obiettivo quello di offrire agli studenti la possibilità di un approfondimento della loro preparazione in specifici settori delle produzioni animali, fermo restando la piena libertà degli studenti di scegliere i 12 CFU previsti tra tutti gli insegnamenti attivati proposti dalla Facoltà e/o dall'Ateneo, purché coerenti con il progetto formativo.
1 semestreALIMENTAZIONE E BENESSERE DELLA SPECIE SUINA NELLA PRATICA3AGR/18
1 semestreANATOMIA E MORFOLOGIA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA3VET/01
1 semestreAPICOLTURA: ALLEVAMENTO E SELEZIONE3AGR/17
1 semestreFISIOLOGIA DELL'ADATTAMENTO E DELLA RIPRODUZIONE DEGLI ANIMALI ESOTICI OSPITATI IN AMBIENTE CONTROLLATO3VET/02
1 semestreLEGISLAZIONE MANGIMISTICA3VET/08
1 semestrePARASSITI E ALLEVAMENTO DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA3VET/06
1 semestrePICCOLI RUMINANTI: NUTRIZIONE E QUALITA' DEI PRODOTTI3AGR/18
1 semestreTECNOLOGIE DELL'ALLEVAMENTO CON METODO BIOLOGICO3AGR/19
1 semestreTOSSICOLOGIA: RICERCA DI INQUINANTI E SOSTANZE ILLECITE3VET/07
1 semestreUSO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI DI MUNGITURA3AGR/09
2 semestreACQUACOLTURA3AGR/20
2 semestreASPETTI PRATICI PER INTERAGIRE ED INSERIRSI EFFICACEMENTE NELL'ALLEVAMENTO DEL BOVINO DA CARNE E LATTE3AGR/18
2 semestreELEMENTI PRATICI DELLE PATOLOGIE RIPRODUTTIVE DEL PERIPARTO NELLA BOVINA DA LATTE3VET/10
2 semestreFISIOLOGIA, COMPORTAMENTO E BENESSERE DEL CANE E DEL GATTO NELLA RELAZIONE CON L'UOMO3VET/02
2 semestreIMPIANTI E STRUTTURE PER AZIENDE ZOOTECNICHE SOSTENIBILI OPERANTI NEL SETTORE AGRITURISTICO3AGR/09
2 semestreLE FIGURE PROFESSIONALI PER LA TUTELA DEL BENESSERE ANIMALE NELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE E NELLA SPERIMENTAZIONE3VET/08
2 semestreMETODI DI LABORATORIO APPLICATI ALLA PREVENZIONE DELLE MALATTIE NEGLI ALLEVAMENTI INTENSIVI3VET/05
2 semestrePARASSITOLOGIA DELLA FAUNA SELVATICA3VET/06
2 semestreRAZZE E PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE3AGR/17
2 semestreVALUTAZIONE METABOLICA E FUNZIONALE DEL CAVALLO ATLETA3VET/08
 
Attività conclusive
 annualeProva finale4
 annualeTirocinio5
 Totale CFU obbligatori 9  
 
 
PROPEDEUTICITA'
Non sono previste propedeuticità