Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Gestione esami di profitto - Linee guida H08-H15

Corso di studio in Medicina Veterinaria (H08 - H15) - Gestione esami di profitto

Linee guida aggiornate al 25.06.2013

  • gli esami di profitto relativi a Corsi Integrati, quindi composti da più moduli, devono svolgersi come unico esame (e la Commissione deve ovviamente essere adeguatamente formulata); in ogni seduta di esame deve essere comunque assicurata la presenza di almeno due Commissari (il Presidente di Commissione, il/i Commissari, il/i Cultore della materia: vedi delibera adottata nella seduta del CDi del 24 gennaio 2013);
  • la pubblicazione in SIFA delle date degli appelli degli esami di profitto deve avvenire con 60 giorni di anticipo; N.B. - quanto applicato negli ultimi anni in Facoltà, e cioé indicare gli appelli con una previsione maggiore in termini di tempo (sei mesi, intero anno accademico) comporta un notevole numero di correzioni da inserire successivamente in SIFA, perché non sempre è possibile avere una previsione esattissima degli impegni a medio-lunga scadenza;
  • in accordo con il vigente Regolamento Didattico dell'Ateneo, il numero minimo di appelli degli esami di profitto è 6 per anno accademico (con esclusione del mese di agosto); per il CdS di Medicina Veterinaria si prevede un numero minimo di 8 appelli di esami di profitto per anno accademico, l'ultimo dei quali nell'anno solare deve essere previsto tra i mesi di novembre e dicembre allo scopo di assicurare la massima possibilità di iscrizione degli studenti alle attività formative a scelta. E' in ogni caso facoltà dei Docenti prevedere un numero maggiore di appelli di esami di profitto, in particolare indirizzandoli agli Studenti ripetenti e fuori-corso; nel caso i Docenti intendano prevedere un numero di appelli di esami di profitto maggiore di quello da Regolamento, dovranno specificare nell'avviso di pubblicazione se gli appelli "aggiuntivi" sono riservati agli Studenti ripetenti e fuori-corso, o se sono aperti a tutti;
  • gli appelli di esami di profitto sono da tenersi nei periodi di "pausa didattica" (parziali eccezioni sono quelle dei mesi di aprile, di ottobre e di novembre/dicembre, nei quali gli appelli si tengono al pomeriggio);
  • tra un appello e il successivo devono intercorrere almeno due settimane;
  • dall'introduzione nella nostra Facoltà della verbalizzazione elettronica (febbraio 2012), il Presidente di ogni Commissione di esame di profitto che si tiene in forma orale è tenuto a verbalizzare in via elettronica (vweb) l'esito di ogni esami di profitto seduta stante o, al più tardi, nella stessa giornata in cui si è tenuta una seduta di esami di profitto;
  • i Docenti sono tenuti ad apporre le firme di frequenza al termine degli insegnamenti, allo scopo sia di permettere ai Colleghi di controllare le propedeuticità, sia di consentire agli Studenti di avere una documentazione idonea da poter utilizzare in caso di necessità;
  • nella programmazione del calendario degli esami di profitto gli studenti devono tenere in conto e rispettare la propedeuticità;
  • gli studenti devono presentarsi agli appelli degli esami di profitto muniti di tessera universitaria, libretto universitario e documento di identità in corso di validità.